I paramedici di Londra introducono le bodycams dopo l'aumento degli attacchi violenti

Il servizio di ambulanza di Londra è l'unico nel Regno Unito a dare abitualmente al suo personale giubbotti antiproiettile per la protezione. L'introduzione di bodycams è un passo successivo logico. Questa non è una precauzione inutile: ogni giorno, un membro del personale delle ambulanze viene attaccato a Londra. Solo dall'aprile dello scorso anno, più di 500 persone sono state aggredite. Calci, morsi, pugni, sputi e abusi verbali sono tutti parte del repertorio. Ci sono stati 850 incidenti di minacce e abusi verbali e probabilmente molti altri che non sono stati denunciati. Sul lato più mortale dello spettro, trentuno incidenti hanno coinvolto armi.

Bodycams ZEPCAM round sotto

Secondo il London Ambulance Service, c'è stato un salto del 34% nel numero di aggressioni violente. Gli attacchi sono passati da 468 nell'anno finanziario 2018-19 a 625 nell'anno 2019-20. Finora in questo anno finanziario, 18 persone sono state mandate in prigione per attacchi al personale delle ambulanze.

Bodycam per agire come deterrente

Per cercare di prevenire attacchi fisici e verbali, la London Ambulance (LAS) sta testando le bodycams nelle aree più a rischio per il personale e i volontari, sulla base di precedenti incidenti. Gary Watson, che è stato un membro dell'equipaggio di emergenza per 10 anni e ha sede a Croydon, spiega ai giornalisti della BBC che il comportamento abusivo è diventato la norma. Sputare intenzionalmente alle persone, per esempio, sta diventando sempre più comune con Covid-19.

Dopo essere stato aggredito da un paziente ubriaco tre anni fa, Gary è rimasto con segni di strangolamento intorno al collo, un legamento strappato sulla spalla e una lesione alla schiena che lo ha reso inabile per diversi mesi. Dopo un processo di due giorni, gli è stato detto che ci sarebbe stato un risarcimento di 100 sterline per ogni persona aggredita - per il quale sta ancora aspettando.

I cambiamenti nella legge nel 2018 rendono possibile per chiunque sia trovato colpevole di aggressione agli operatori di emergenza (o volontari) di essere imprigionato per 12 mesi. Quelli coinvolti in casi più gravi di aggressione possono affrontare fino a due anni di prigione.

I bodycams fanno sentire i paramedici più sicuri

Il mercato delle bodycam ha sperimentato un'enorme crescita nel 2020 e si sta espandendo rapidamente in diversi settori. Finora, stanno facendo una grande differenza nella de-escalation dei conflitti e nei sentimenti di sicurezza di vari operatori sanitari e vigili del fuoco.

I bodycams che sono stati introdotti nelle aree più a rischio di Londra non sono obbligatori, ma sono disponibili per coloro che scelgono di prenderli. Si attivano dopo aver notificato chiaramente a chi ti circonda che stai per farlo. Secondo Gary, ci si sente più sicuri indossando una bodycam perché si sa che se succede qualcosa, si hanno prove visive e audio come prova. Dice: "Indossare queste telecamere dovrebbe fungere da deterrente e, se così non fosse, almeno ci saranno delle prove che, si spera, significheranno pene più severe per i criminali".
Garrett Emmerson, amministratore delegato di London Ambulance, dice: "Nessuno dovrebbe sentirsi insicuro o minacciato sul lavoro - in particolare i nostri equipaggi e gli operatori di chiamata che continuano a fare enormi sacrifici per curare i pazienti e non hanno mai lavorato più duramente".

>> Le nostre soluzioni Bodycam per paramedici e assistenza sanitaria

Condividi questo